StampaCalendario Scuole

Asineria

organizza:

SCUOLE. MODULO A: ASINO IN PERIFERIA

alla scoperta della natura intorno alla città.


da marzo a ottobre

(scuole dell'infanzia, primarie, medie inferiori )

A1) RIVE E RIVOLI  Le vie dell'acqua, le radici bagnate degli alberi e delle erbe, passeggiando nel bacino del torrente Rodano e zone limitrofe. Un itinerario che porta ad osservare l'idrografia del territorio e i camminamenti che l'elemento acqua percorre . Dal parco del Mauriziano nel punto in cui il piccolo torrente Ariolo tanto caro all'Ariosto confluisce nel Rodano, al percorso lungo il torrente stesso le cui sponde ricche di elementi naturali e selvaggi fanno riprendere forma alla vegetazione ripariale e gli ecosistemi umidi delle sponde. Luoghi in cui il rio Acque Chiare si immette nel Rodano, e poco sopra forma la cascata in un palcoscenico insolito; il rigagnolo dell'acqua di questo viaggio riscopre la risorgiva ritrovata e le fioriture che affondano le radici nelle zone umide . Un esplorazione intensa che raccoglie aspetti sconosciuti di biotopi incontaminati

A2) REGGIO DI ACQUA. Attraversata lungo la via dell’acqua dal Rodano al Canale di Secchia. (Mauriziano, percorso Sic, canale di Secchia, Sabbione) I torrenti che cingono la città oggi sono aree verdi, ricchi di luoghi d'incontro con animali e di osservazioni particolari. ma son panche una memoria storica della presenza dell'uomo. le origini romane sono visibili nei manufatti che ancora oggi lasciano a testimoniare un incisivo intervento, Il canale di Secchia, un opera imponente costruita in epoca

A3) FORESTA NASCOSTA Un percorso che ritrova la foresta planiziale; l'antico manto verde che ricopriva la nostra pianura. Un viaggio all'interno di un area recuperata e oggi naturalizzata ma che ha un impatto ecologico importante. la dimostrazione della forza della natura della sua capacità di riconquistare gli spazi e le aree dismesse. Osservazioni sulla trasformazione del paesaggio la riconversione possibile in un ambiente dove le piante tipiche oggi sono tornate ed è davvero incredibile come siano li, tra case e cortili. Un sentiero che non si vede, un insieme di biodiversità bello e possibile. Dal parco del Mauriziano attraverso l'area di riequilibrio ecologico e le zone intorno al torrente Rodano.